Mutande anti puzza, funzionano davvero?

Mutande anti puzza, funzionano davvero?

Mutande anti puzza, funzionano davvero?

Se le Mutande anti puzza funzionassero davvero sarebbe proprio una rivoluzione e un sollievo per chi è affetto da meteorismo e vuole proteggere sé stesso e chi gli sta intorno da effluvi non proprio gradevoli.

Ebbene sì, queste mutande anti puzza funzionano. Le abbiamo provate e fatte provare a chi è afflitto da meteorismo e dal problema delle, ci si passi il termine, scoregge fetide. Per tutti è stato un successo. 

In questo post ti vorremmo dare un bel po' di informazioni su questo prodotto che potranno fugare alcuni tuoi dubbi o semplicemente rispondere a tue curiosità sull'argomento delle mutande anti puzza. Ecco gli argomenti che troverai in questa semplice e breve guida:

Perché le scoregge puzzano?

Le scoregge puzzano perché il nostro organismo ha bisogno di espellere i gas derivanti dalla digestione. I motivi per cui questi gas possono puzzare sono diversissimi, ecco gli 8 motivi più diffusi che potrebbero essere alla base del tuo disturbo di flatulenza (sono solo i più comuni, non è detto che ti risolvano il problema così velocemente come potrebbero fare un paio di pratiche mutande anti puzza).

Questa parola può essere considerata volgare e meno scientifica di flatulenze o puzzette, ma vorremmo sdoganarla, infatti scoreggiare è umano. In media una persona emette gas dall'intestino 14 volte al giorno. E parliamo di quantità che vanno dal mezzo litro di gas a più di due litri su u periodo di 24 ore. Il problema è che a volte queste emissioni gassose hanno un odore terribile.

“Quelle più letali e silenziose" ci dice la dottoressa Patricia Raymond, gastroenterologa al Eastern Virginia Medical School "sono dovute alla fermentazione di alcuni batteri presenti nel colon". Ma le puzzette fetide possono anche essere conseguenza di cibi ingeriti, e non necessariamente cibi insalubri.

Quello che vogliamo dire è che il gas intestinale può essere una sana e normale conseguenza della digestione.

Però il cattivo odore ad esso associato è spesso fonte di imbarazzo sociale e può anche essere il segnale di qualcosa che non va nell'organismo. Ecco 8 cause che, senza voler avere la pretesa di essere esaustive, possono darti un'idea del motivo per cui le tue scoregge puzzano. Ma vogliono anche essere un deciso consiglio a rivolgersi al proprio medico per fugare dubbi sulla loro origine.

Ecco quali sono le 8 cause più comuni della puzza dei tuoi peti:

Batteri

Durante la digestione i batteri dell'intestino producono sostanze a base di zolfo, come l'acido solfidrico, che sono all'origine dal cattivo odore delle tue emissioni gassose. I cibi che mangi possono inflenzare la popolazione batterica che vive nel tuo colon e quindi anche i tuoi peti. Certe persone hanno uno specifico tipo di flora batterica intestinale che favorisce il formarsi di cattivi odori. O comunque di odori peggiori di quelli che normalmente dovrebbero avere dei gas intestinali.

Certe persone hanno uno specifico tipo di flora batterica intestinale che favorisce il formarsi di cattivi odori.

Cibi ricchi di zolfo

Alimenti con un alto contenuto di zolfo possono dare alle tue scoregge un odore di uova marce (il tipico odore "termale"). Le verdure della famiglia delle Brassicacee come broccoli, cavolo e simili sono spesso i colpevoli di questo tipo di peti fetidi. Altri alimenti ricchi di zolfo sono l'aglio, le cipolle, i legumi, il formaggio Cheddar, la frutta secca, la birra e il vino. Anche le proteine animali come uova, carne e pesce possono essere problematici a livello di odori intestinali.

In alcuni esperimenti medici un team di ricerca australiano ha scoperto che quando le feci si mescolano con la cisteina, un amminoacido ricco di zolfo che si trova in molte proteine, il risultato è un'emissione di  acido solfidrico molte e molte volte più alta del normale. I bodybuilders che tendono a consumare molte proteine sono particolarmente soggetti a questo tipo di problema.

Considerando la lista di alimenti che contengono zolfo o proteine allo zolfo si capisce come tenere una dieta che elimini questi alimenti possa essere davvero difficile. Per questo l'aiuto delle mutande anti puzza in questo caso è essenziale. Ti permette di continuare a mangiare e bere ciò che vuoi senza doverti preoccupare delle conseguenze. 

È estremamente difficile eliminare TUTTI i cibi che contengono zolfo o proteine allo zolfo, per questo le mutande anti puzza sono particolarmente utili.

Intolleranza al lattosio

Alcune persone incolpano il latte, il gelato e il formaggio per i peti puzzolenti e infatti è così. Molte persone hanno una quantità ridotta di un enzima, la lattasi, che serve proprio a digerire il lattosio, quello zucchero naturale che si trova nei prodotti a base di latte.

In queste persone il lattosio passa attraverso l'intestino tenue senza essere assorbito; quindi arriva al colon dove miliardi di batteri "festeggiano". Il risultato è un gas fetido proprio perché questi cibi a base di lattosio hanno un elevato contenuto di zolfo.

C'è poi chi può essere intollerante ad altri zuccheri come saccarosio (zucchero da tavola) e fruttosio (frutta fresca).

Raffinosio

Fagioli, fagioli. Sono una fonte ricchissima di proteine, vitamine e minerali. Ma, ehi, ti dànno una carica petalosa totale... e i petali non c'entrano.

I fagioli contengono glicosaccaridi della famiglia del raffinosio, un gruppo di zuccheri parzialmente responsabili dell'eccesso di gas derivante da un pasto ricco di fagioli. È una cosa talmente risaputa che sono innumerevoli i film in cui ci si prende gioco di chi si alimenta spesso con i fagioli.

https://www.youtube.com/watch?v=nwg0cwbxm0I

Stessa cosa vale per lenticchie e altri legumi. Il tratto intestinale degli umani manca di un enzima che serve a scomporre e digerire questo tipo di zuccheri. In mancanza di questo enzima una buona soluzione può essere un bel paio di mutande anti puzza

Uno studio non troppo recente ha scoperto che ammorbidire in acqua i legumi secchi aiuta a diminuire i glicosaccaridi del raffinosio senza compromettere i valori nutrizionali di fagioli e legumi. 

Zuccheri dell'alcol

Attenzione agli zuccheri dell'alcol, come sorbitolo e xylitolo: puoi trovarli nelle bevande dietetiche, in caramelle e chewing gum senza zucchero o come dolcificante di molti alimenti diversi. Anche queste sostanze non vengono completamente processate dall'organismo e quindi viaggiano fino al colon dove contribuiscono alla produzione di gas puzzolenti.

Tenere un diario dei cibi ingeriti può aiutarti a capire se gli zuccheri dell'alcol o altri alimenti ti stiano causando un aumento di scoregge puzzolenti.

Costipazione

Bagels, riso e pasta non sono carboidrati che necessariamente producono gas intestinali. MA, c'è un "ma". Se esageri con questi alimenti a basso contenuto di fibre allora appesantirai le tue interiora. Ed è allora che le cose si faranno puzzolenti.

Quando sei costipato le feci rimangono nel colon troppo a lungo e quindi i batteri proliferano e sono molto attivi, causando la formazione di maggiori quantità di gas.

Per evitare eccessiva costipazione bevi molta acqua, fai attività fisica regolarmente e includi cibi ad alto contenuto di fibre nella tua dieta quotidiana.

Medicine

Certe medicine, vitamine e integratori possono influire sulla produzione di gas intestinali e trasformare i tuoi peti in diavoli veramente fetidi.

Le ragioni per cui vari medicinali causano flatulenza cambiano da uno all'altro, così come cambia la quantità di gas puzzolente che viene prodotto a seconda del farmaco ingerito. Ma lo stesso farmaco può avere un effetto più o meno potente anche a seconda di chi lo assume. Ogni persona dovrà capire da sola, sperimentando, quali sono le medicine che influiscono di più sull'odore tremendo dei peti.

Persone che assumono, ad esempio l'orlistat, un farmaco contro l'obesità, possono sperimentare occasionalmente peti con presenza di sostanza oleosa. Integratori ricchi di ferro causano formazione di cattivi odori nell'intestino. Stessa cosa vale per integratori che contengono ricchi quantitativi di fibre e alcune medicine per il diabete.

Specialmente quella categoria di medicinali chiamati inibitori alfa glucosidasi rallentano l'assunzione di carboidrati e posso portare alla formazione di gas. Certo è che non puoi smettere di assumere un farmaco simile e quindi anche in questo caso possono venirti in aiuto le mutande anti puzza.

Infezioni o malattie

Le scoregge puzzolenti di solito non sarebbero cosa di cui preoccuparsi. Però se si presentano in concomitanza con altri sintomi allora è bene farsi controllare dal proprio medico. 

Se in aggiunta a peti puzzolenti hai febbre, perdita di peso, sangue nelle feci o diarrea o se hai una storia di infiammazioni intestinali, questo potrebbe essere indice di qualcosa che non va.

È importante evidenziare altre eventuali condizioni  o sintomi in concomitanza di scoregge puzzolenti, Potrebbe essere un ostruzione intestinale oppure una colite ulcerante o la sindrome di Crohn, per non dire anche qualcosa di più grave. Non vogliamo creare allarmismo ovviamente ma è sempre meglio farsi dare una controllata dal medico in certi casi; anche solo per fugare ogni dubbio.

Se hai dei dubbi in merito agli argomenti trattati n questo articolo RIVOLGITI AL TUO MEDICO, non curarti da solo, può essere pericoloso.

Com'è possibile che le mutande anti puzza riescano a filtrare i cattivi gli odori?

Le mutande anti puzza riescono a filtrare i cattivi odori grazie a un pannello filtrante ai carboni attivi che assorbe i cattivi odori.

Grazie alla natura altamente porosa del pannello, gli odori vengono intrappolati al suo interno e neutralizzati da questo speciale tessuto. I carboni attivi devono essere riattivati, di tanto in tanto; questo viene fatto semplicemente lavando le mutande anti puzzo Shreddies

Molte ricerche pubblicate sull'American Journal of Gastroenterology appurano che il metodo più efficace nell'eliminazione dei cattivi odori delle flatulenze è proprio quello con indumenti ai carboni attivi. Come abbiamo visto nella parte precedente di questo articolo, infatti, altri sistemi, come un alimentazione controllata, possono essere inattuabili all'atto pratico.

Le mutande anti puzza Shreddies sono state testate rigorosamente e sottoposte a moltissime prove di utilizzo. Pensa che furono addirittura presentate, appena messe in commercio, alla 86sima conferenza mondiale degli istituti tessili (Textile Institute World Conference).

Lo speciale tessuto a carboni attivi delle mutande anti peto

Si è verificato che lo speciale tessuto delle mutande anti peto Shreddies riesce a rimuovere Etantiolo (ethyl mercaptan) e Metanetiolo; in questo modo riescono a filtrare odori 200 volte più forti della flatulenza media!

Il tessuto mantiene le sue proprietà filtranti per tutto il ciclo di vita dell'indumento (teoricamente un paio di anni, ma spero rinnoviate il vostro intimo più spesso), sempre che te ne prenda cura in maniera adeguata e seguendo le istruzioni del produttore.

Il motto di Shreddies (produttori delle mutande anti peto) è "Scoreggia Baldanzosamente" (‘Fart with confidence’), infatti è proprio questo che ti permettono di fare le mutande anti puzza. Smettere di preoccuparti delle tue emissioni intestinali puzzolenti.

come funzionano mutande anti puzza

Le mutande anti puzza Shreddies sono prodotte interamente in Gran Bretagna utilizzando i materiali migliori per garantire una qualità eccellente.

A chi possono tornare utili le mutande anti peto?

I diversi modelli, uomo e donna, delle mutande anti peto Shreddies possono essere indossati da tutti ma sono perfette per chi soffre problemi di flatulenza eccessiva causata da sindrome dell'intestino irritabile, gastrite, malattia di Crohn, dispepsia, colite così come intolleranze alimentari e altri problemi intestinali e digestivi.

Chiunque soffra di flatulenza può capire il problema sociale che questo disturbo puòl causare. Le mutande Shreddies non solo eliminano il cattivo odore agendo quindi proprio sul problema, ma riduce anche l'ansia associata a questa condizione perché ti fanno sentire più sicuro.

In molti casi non doversi preoccupare di maleodoranti peti può migliorare sensibilmente l'umore di una persona. L'ansia stessa può creare cambiamenti chimici nel corpo che influiscono sul sistema dell'apparato digerente esacerbando eventuali condizioni sgradevoli. 

In media una persona emette gas circa 14 volte al giorno. Quindi quando si soffre di qualche disturbo questo numero ovviamente aumenta; è importante, perciò, poter fare affidamento su un aiuto concreto come quello delle mutande anti puzza. Questo indumento è discreto e alla vista è una normalissima mutanda. Nessuno potrà pensare che stai indossando qualcosa di diverso da un normale intimo uomo o intimo donna.

Al contrario di altri intimo anti puzza che hanno ingombranti inserti in carbone attivo, le Shreddings sembrano davvero normali mutande e hanno una durata molto più lunga, così che tu non debba cambiarle ogni due settimane. Le lavi e si riattivano.


mutande-anti-peto

Come si usano le Mutande anti puzza?

L'intimo anti puzza Shreddies non è magico,funziona per una ragione ben precisa. Se la flatulenza passa attraverso il tessuto al carbone attivo questo filtra l'odore e lo rimuove completamente.

Il modo in cui scoreggi è importante per ottenere il massimo effetto dall'intimo anti puzza. 

Assicurati che le mutande siano ben aderenti e non ci siano punti di fuga intorno ai fianchi o aperture sulla coscia; tutta la mutanda dev'essere ben aderente alla pelle (senza stritolarti ovviamente. 

Per evitare che la scoreggia scappi al di fuori del filtro è importante che tu tenga le gambe unite, quando sei in piedi, e cerchi di emettere lentamente il peto, senza lasciarlo andare d'improvviso (vedi la parte sinistra dell'immagine qui sopra).

Se ti trovi in posizione seduta tieni unite le ginocchia così che la flatulenza esca passando dal filtro a carboni attivi (vedi la parte destra dell'immagine qui sopra). Se indossi le tue Shreddies in maniera corretta e utilizzi queste piccole accortezze quando scoreggi allora tutto l'odore verrà rimosso.

Come è meglio lavare le mutande anti puzza?

Utilizza alcune accortezze durante il lavaggio dell'intimo anti puzza per assicurarti che il loro effetto filtrante duri il più a lungo possibile:

  • Non usare ammorbidenti.
  • Lavale con cristalli di carbonato di sodio a non più di 110ml-210ml per lavaggio; in alternativa puo usare bicarbonato di sodio. 
  • Se usi un'asciugatrice imposta il calore al minimo oppure asciugale all'aria

È importante assicurarsi che ogni traccia di umidità sia rimossa dall'intimo anti puzza prima di indossarlo. Utilizzare un qualsiasi detergente per lavatrice eliminerà da subito l'efficacia dei carboni attivi.

Attenzione: le mutande anti peto possono restringersi fino a un massimo del 4% dopo il primo lavaggio.

Se lavato correttamente, l'intimo anti puzza rimarrà efficace per circa 2 anni.

Perché non trovo le Shreddies, mutande anti puzzo, su Amazon?

La casa produttrice ha deciso di non vendere su Amazon (se non su Amazon.com negli USA) per non danneggiare i propri rivenditori locali. Fate quindi attenzione a quel che trovate su Amazon perché potrebbero essere prodotti non originali Shreddies.

Originalstore è il rivenditore Italiano ufficiale delle mutande anti puzza.

Come scegliere la taglia delle mutande anti-peto

Come detto in precedenza è molto importante che la taglia delle Shreddies sia corretta. Fai riferimento alla tabella taglie e se sei in dubbio chiamaci allo 

Attenzione: tutto l'intimo anti odore ha una tolleranza di 1 cm  quindi alcune paia potrebbero sembrare leggermente più larghe o più piccole di una stessa taglia.

Perché si chiamano Shreddies?

Infine perché Shreddies? Le mutande anti odore si chiamano Shreddies perché questo è un termine colloquiale che usavano le forze armate britanniche ed è ben conosciuto in gran parte del Commonwealth. Infatti durante le lunghe ed estenuanti marce militari e addestramenti, le fibre della biancheria intima militare si rompevano e finivano a brandelli (shred vuol dire appunto "brandelli") che le rendevano inutilizzabili.

Lascia una risposta

Compila tutti i campi

Nome:
E-mail: (non pubblicato)
Commento:
Digita il codice